Music

Addio al frontman dei Prodigy

Keith Flint è stato trovato senza vita nella sua abitazione in Inghilterra, aveva 49 anni.

È stato trovato morto questa mattina, nella sua abitazione nell’Essex in Inghilterra, Keith Flint, cantante e ballerino dei Prodigy.

Dai profili social del gruppo arriva la notizia che si tratterebbe di suicidio: su Instagram la foto dell’artista è accompagnata dalla frase “Non posso crederci, nostro fratello Keith si è tolto la vita nel weekend”. Mancano ancora le conferme ufficiali da parte delle autorità.

Advertisement

Flint aveva 49 anni e nel 1990, insieme a Liam Howlett, aveva fondato i Prodigy.

La band, proveniente dalla nicchia della cultura rave, è considerata una delle più note dell’elettronica inglese degli anni 90, il “big beat”, assieme a Massive Attack, Chemical Brothers e Fatboy Slim.

Partito come “semplice” ballerino, nel giro di qualche anno a Keith venne assegnato il ruolo di cantante solista, un frontman con un look a metà strada tra il punk e l’horror che spiccava in mezzo ai “bravi ragazzi” delle boyband e delle formazioni britpop.

Fu nel 1997 con l’album da 10 milioni di copie vendute “The fat of the land” che i Prodigy entrarono nella storia della musica, trascinati da singoli come “Firestarter” e “Smack my bitch up”.

 

Tags
Visualizza di più

Antonello Autore

Sono un Consulente Informatico con un esperienza pluriennale in aziende produttive realizzando numerosi progetti di sviluppo ed implementazione di sistemi informativi. Ricoprendo più volte la carica di Responsabile di Sistemi Informativi in rinomate società. Ma la mia passione per l”informatica, rende la mia attività una piacevole ricerca di soddisfazioni sul campo.

Articoli correlati

Back to top button
Close